Menu Chiudi

Regolamento Didattico

REGOLAMENTO DIDATTICO

CALENDARIO DIDATTICO

La annualità didattica inizia il 1 gennaio e termina il 31 dicembre di ciascun anno.Le attività didattiche sono sospese, di norma, nei mesi di luglio ed agosto, fatte salvo esigenze specifiche di recupero delle attività didattiche non svolte. La attività didattica, di 500 ore complessive, è distribuita sulle seguenti attività curriculari:

A. Training in gruppo

a) insegnamenti di base: 10 gg. 96 ore

b) insegnamenti caratterizzanti: 20 gg. 176 ore 

B. Lavoro personale

a) esercitazioni pratiche e studio dei testi: 10 gg. 88 ore (documentate da letture con elaborato scritto, tesine annuali, tesi di diploma, diario di bordo, systems observations,preparazione, redazione e discussione del genogramma).

Monte ore : 360

C) Attività seminariale  3 gg. 24 ore (da documentare con attestati di partecipazione a convegni, congressi, seminari, workshops anche come FAD).

D) Orientamento professionale: 6 ore consulenze su riflessi personali di casi clinici, consulenze su problematiche personali, di coppia o familiari).

Monte ore: 30 

Monte ore totale: 390

E) Tirocinio
Tirocinio presso strutture convenzionate: 110 ore (documentato da attestato dei tutors)
Monte ore:  110 

Monte ore totale: 500 

1.TRAINING

  1. Obbligo di frequenza

Lo studente è tenuto alla frequenza di almeno 80% delle ore di didattica. Le ulteriori assenze sono recuperabili solo nella misura del 10% delle ore di didattica. Il calendario dei recuperi delle assenze è stabilito dalla segreteria amministrativa. Assenze superiori al 30% del monte ore annuale sono giustificate solo previa convalida del Direttore della Scuola e solo in presenza di gravi motivi di salute, impegni professionali documentati o gravi eventi personali o familiari.

  1. Firma di presenza

La firma di presenza è obbligatoria all’ ingresso ed all’uscita nelle giornate di training. Ciascun didatta verifica le firme di presenza nel proprio giorno di training. Non è possibile apporre la propria firma di presenza dopo il termine della giornata di training. Lo studente è tenuto a trascrivere le proprie presenze nel libretto formativo personale.

  1. Orario di attività

La giornata di training è di 8 ore con un’ora di pausa pranzo.L’ora didattica dura 50′. L’inizio è fissato per le ore 9.30, il termine per le ore 17,30. Orari diversi possono essere concordati con ciascun didatta fatto salvo l’obbligo di 8 ore di attività per ciascuna giornata di training. Lo studente è tenuto alla frequenza della intera giornata di training.

  1. Archivio materiali didattici

Lo studente è tenuto ad archiviare i materiali didattici, di seguito elencati, su supporto informatico per poterne esibire copia su richiesta della scuola: diario di bordo, tesine annuali, tesi di diploma,attestati e certificati di frequenza a seminari e tirocinio obbligatorio; resoconti clinici di supervisioni dirette ed indirette. Tutto il materiale didattico e clinico prodotto della scuola è protetto dal copyright ECOPSYS ©.  Le video registrazioni delle sedute di supervisione diretta ed ogni altro materiale didattico videoregistrato sono di proprietà esclusiva della scuola e possono essere visionate solo presso le sedi della scuola. Le audio registrazioni delle giornate di training e delle sessioni di supervisione sono autorizzate dal Direttore previa istanza scritta.

  1. Diario di bordo

Ciascun gruppo di training provvede alla stesura di un diario delle attività didattiche (“diario di bordo”) per ciascuna giornata di training e per i seminari, assegnato a rotazione a ciascuno dei membri del gruppo. Copia del diario di bordo va inviata, entro 30 gg. alla segreteria della scuola, ai didatti, ai tutori ed al coordinatore della didattica del proprio anno di corso.

  1. Genogramma della FO

La elaborazione e discussione del genogramma della propria famiglia di origine costituisce parte qualificante ma non obbligatoria del percorso formativo. Essa può essere svolta nel corso del I II e III anno di corso, nonché nel primo semestre del IV anno di corso. Lo studente che intende preparare e discutere il proprio genogramma familiare designa un didatta di riferimento, di norma uno dei didatti senior, per l’anno di corso in cui intende presentare e discutere il genogramma e né dà comunicazione alla segreteria della scuola.  Lo studente può scegliere di presentare il proprio genogramma con il proprio gruppo di training o in forma privata. In entrambi i casi la presentazione e discussione del caso avviene nelle sedi della scuola e nelle giornate libere dal training: studente e didatta fissano con la segreteria della scuola giorno e orario disponibili. Lo studente concorda con il didatta prescelto le modalità della presentazione e discussione del genogramma. Il tempo assegnato alla presentazione e discussione del genogramma è di 2 ore in una singola sessione. Il genogramma concorre alla valutazione finale del quadriennio formativo.

  1. Supervisioni dirette

Le supervisioni dirette sono svolte solo nelle due sedi di Napoli e Latina. Sono incluse nella supervisione diretta le sedute di terapia con la famiglia e con la coppia. Le sedute di terapia individuale sono escluse dalla supervisione diretta. Tutte le sedute di supervisione diretta con videoregistrazione vanno autorizzate per iscritto dai pazienti. I casi clinici in supervisione diretta sono reclutati dai didatti della scuola o dagli studenti. A tale scopo, gli studenti che intendono garantirsi esperienze di supervisione diretta sono invitati a proporre casistica clinica, previo accordo preventivo con un didatta. La supervisione diretta dei casi si svolge solo nelle giornate di training. Sedute di supervisione diretta in giorni non riservati al training vanno concordate con la segreteria della scuola e con ciascun didatta.

  1. Supervisioni indirette

Le supervisioni indirette sono svolte solo nelle due sedi di Napoli e Latina. Sono incluse nella supervisione indiretta sedute o processi di terapia familiare, di coppia e individuale. La presentazione di un caso clinico in supervisione indiretta va concordata preventivamente con un didatta del proprio anno di corso. La supervisione indiretta dei casi si svolge solo nelle giornate di training. La supervisione indiretta di casi in giorni non riservati al training va concordata con la segreteria della scuola.

  1. Coordinamento didattico

Il coordinamento del programma formativo è affidato a  :

Ester Livia Di Caprio, Direzione Scientifica,

Donatella Bottiglieri, Direzione Didattica  I biennio;

Berniero Ragone, Direzione Didattica II biennio;

2.TIROCINIO

Il tirocinio obbligatorio, presso strutture pubbliche o private convenzionate con la scuola, prevede 110 ore di frequenza per ciascun anno. Lo studente può indicare le proprie preferenze di sede alla scuola entro il primo trimestre di ciascun anno di training. La scuola assegna lo studente alla sede prescelta compatibilmente con la disponibilità di posti. Al termine di ciascun anno lo studente avrà cura di farsi rilasciare attestato di frequenza dal proprio tutore con indicazione delle date di inizio e termine della frequenza e del totale di ore. Le ore di frequenza vanno effettuate nel corso di ciascun anno e non possono essere recuperate negli anni successivi. Le 440 ore di frequenza di tirocinio devono essere completate entro il 31 dicembre del quarto anno di training.

3.SEMINARI INTEGRATI

Il calendario didattico di ciascuna annualità include 5 seminari integrati. La frequenza ai seminari è obbligatoria.

4.ORIENTAMENTO PERSONALE

Ciascun allievo ha facoltà di richiedere colloqui di orientamento personale o professionale per una massimo di 6 ore annuali. I colloqui si svolgono, di norma, con i Didatti Coordinatori della Scuola. I colloqui di orientamento personale non costituiscono esperienza di terapia personale ma possono vertere sulla scelta per una terapia personale. L’allievo che inizia una terapia personale nel corso del quadriennio può richiedere alla scuola di includere la propria terapia personale nel curriculum di corso ai fini della valutazione finale.

5.SEMINARI DI AUTOFORMAZIONE

L’allievo ha obbligo di frequentare almeno tre seminari, convegni, conferenze, workshops per un totale di 24 ore annue, a propria scelta, presso altri enti, pubblici o privati, di formazione alla psicologica clinica e/o psicoterapia nel corso di ciascuna annualità.

6.STUDIO PERSONALE

Sono riconosciute allo studente 40 ore di studio personale per ciascun anno di corso.

7.STAFF DIDATTICO

Lo staff didattico è costituito dai seguenti docenti coordinatori:

I Anno: Donatella Bottiglieri,Ester Livia Di Caprio

II Anno: Donatella Bottiglieri , Berniero Ragone

III Anno: Ester Livia Di Caprio,Berniero Ragone

IV Anno: Ester Livia Di Caprio, Berniero Ragone

IV Anno:Ester  Livia Di Caprio, Donatella Bottiglieri, Berniero Ragone

I docenti coordinatori sono affiancati dagli altri docenti caratterizzanti della Scuola per lo svolgimento delle discipline teorico-cliniche previste nell’ ordinamento didattico.

Sono docenti caratterizzanti e  tutori per le attività didattiche del quadriennio:

Silvana Amitrano,Ilenia D’Alessio,Gioacchino Di Meglio, Roberta Filigenzi, Erica Menotti, Mario Sgambato, Katia Schiano di Cola, Rossana Vista

8.SEGRETERIA

La segreteria è aperta nel pomeriggio dei giorni feriali dalle ore 14,30 alle ore 17,30. La segreteria risponde ai recapiti telefonici:

081.5524968 – 081.5523744(tel/fax) – 331.4375179

Di norma, le comunicazioni fra scuola e studenti sono inoltrate e ricevute via mail: info@ecopsys.it

9.VALUTAZIONI

Le valutazioni annuali e finali si basano sulla assiduità di frequenza, sulla partecipazione attiva al training, sulla competenza teorica, sulla esperienza clinica personale, sui processi di individuazione personale, sull’atteggiamento etico-deontologico nella pratica clinica nonché sugli elaborati scritti inerenti: le tesine annuali, la tesi di diploma, il genogramma, il diario di bordo, le sintesi cliniche delle sedute di supervisione diretta ed indiretta. Sono assegnati 10 punti per il primo ed il secondo anno di corso e 15 punti per il terzo e quarto anno di corso. Il passaggio all’anno successivo di corso è conseguito con la media di 6/10 per il primo e secondo anno e di 9/15 per il terzo anno. Si accede alla sessione di diploma con la media di 9/15 per il quarto anno nonchè con la somma di 30/50 per il quadriennio. Al punteggio base, conseguito per l’accesso alla sessione di diploma, sono aggiunti: fino a cinque punti per la tesi di diploma, un punto per il premio alle tesina annuale, un punto per la media del primo biennio pari o superiore a 16/20, un punto per la media del secondo biennio pari o superiore a 26/30, un punto per assenze minori o uguali al 5% del monte ore complessivo di didattica. Sono assegnati 2 punti per una terapia personale, di qualsivoglia orientamento teorico-clinico, iniziata nel corso del quadriennio di training. Sono sottratti 2 punti per una frequenza complessiva minore ma giustificata del 70% del monte ore complessivo di didattica. Il punteggio di diploma è espresso in cinquantesimi. La lode è assegnata alla votazione massima di 50/50 a insindacabile giudizio della commissione esaminatrice.

  1. Tesine annuali

Le tesine annuali consistono in  un elaborato scritto da inviarsi in formato pdf alla segreteria della scuola entro il 15 novembre del primo, secondo e terzo anno di corso. La tesina di primo anno verte su un tema teorico assegnato dalla scuola, la tesina di secondo e terzo anno verte su un caso clinico sottoposto a supervisione diretta o indiretta. Le tesine annuali hanno una lunghezza minima di 10.000 battute e massima di 20.000 battute, tutto incluso. La bibliografia dovrà essere menzionata nel testo e ad esso strettamente inerente.

  1. Tesi di diploma

La tesi di diploma verte su un processo consulenziale o terapeutico condotto in supervisione diretta o indiretta con un didatta della scuola. Essa va fatta pervenire in formato pdf alla segreteria della scuola entro il 28 febbraio successivo al termine del quadriennio, già vidimata dal didatta/relatore. La tesi di diploma avrà una lunghezza minima di 42.000 battute e massima di 84.000 battute tutto incluso. Le norme dettagliate di compilazione della tesi di diploma sono allegate.

10.NORME DI AMMISSIONE

Per l’ammissione alla Scuola di Specializzazione in Psicoterapia è necessario aver conseguito la Laurea magistrale in Psicologia o in Medicina e Chirurgia. E’ necessario, altresì, che il titolo di abilitazione all’esercizio della professione sia conseguito entro la prima sessione utile successiva all’effettivo inizio dei corsi. Il candidato sostiene un colloquio gratuito di ammissione con il Direttore Scientifico della scuola.Il candidato valutato idoneo perfeziona la propria iscrizione entro il 31 dicembre precedente l’inizio del training. La iscrizione prevede la presentazione di domanda di ammissione in carta libera, corredata da un  certificato di Laurea in originale, un curriculum vitae, due foto formato tessera, una fotocopia di un documento di identità.

11.NORME AMMINISTRATIVE

Iscrizioni annuali

Lo studente rinnova la propria iscrizione entro il 31 gennaio dell’anno in corso firmando il contratto annuale e accettandone tutte le clausole, incluso l’obbligo del versamento della intera retta annuale anche nel caso di rinuncia successiva.

Retta di iscrizione annuale

La retta di iscrizione annuale può essere versata in una unica soluzione o refratta in dieci rate da versarsi entro il 31 ottobre di ciascun anno. Il mancato versamento della intera  retta di iscrizione annuale comporta la esclusione della scuola, fatte salvo procedure di recupero legale delle cifre dovute. La retta di iscrizione va versata tramite bonifico bancario le cui coordinate sono disponibili presso la segreteria amministrativa.

12.NORME PER LA COMPILAZIONE DELLE TESI DI DIPLOMA

La tesi di diploma è un elaborato basato sul resoconto e commento di processi terapeutici che il candidato ha seguito in supervisione diretta presso le sedi di Ecopsys o presi in carico nelle proprie sedi di lavoro o di tirocinio con supervisione indiretta condotta da un didatta di Ecopsys.

La tesi dovrà evidenziare le competenze teorico-cliniche del candidato congrue con il modello sistemico-relazionale. Essa può includere trattamenti familiari, di coppia, individuali o interventi sistemici nelle istituzioni/organizzazioni. Si compone di un capitolo introduttivo, di contenuto teorico, attinente al materiale clinico proposto. Segue un secondo capitolo che include una breve sintesi del caso, comprensiva del processo di invio, un ampio resoconto di almeno tre sedute con un commento inerente una valutazione dei temi, delle fasi salienti, delle dinamiche di seduta così come elaborato in supervisione. Un terzo capitolo di valutazione complessiva del caso che includa, se pertinente, una riflessione sugli esiti del trattamento, sull’eventuale follow-up o sulle ragioni del drop-out. Un quarto capitolo breve di riflessioni sul proprio percorso formativo. Un quinto capitolo con bibliografia sintetica e inerente al testo.

Il testo andrà compreso fra le 20 e le 40 cartelle (30 righe, 70 battute) inclusive della bibliografia  per un totale di circa 42.000 – 84.000 battute,spazi inclusi. La tesi va fatta pervenire in tre copie cartacee e rilegate, nonché in copia su dvd, insieme con tutti gli altri materiali, raccolti nel corso della formazione, alla segreteria entro e non oltre il 28 febbraio. Le copie saranno preventivamente firmate dal candidato e dal relatore.

Il relatore dei processi clinici con supervisione diretta presso le sedi di Ecopsys è il didatta supervisore del candidato. Il relatore dei processi clinici prodotti dal candidato con supervisione indiretta viene assegnato al candidato dalla direzione della scuola. In tal caso il candidato dovrà contattare il relatore per concordare tempi e modalità del lavoro di supervisione ed elaborazione della tesi.

I processi clinici che includono almeno cinque sedute vanno denominati nel testo come “psicoterapia” o “processo psicoterapeutico”,  al contrario i processi clinici che includono da una e quattro sedute vanno denominati nel testo come “consulenza” o “processo consulenziale”.

La supervisione indiretta può essere effettuata sia tramite una serie di colloqui con il supervisore, sia tramite modalità telematiche. In entrambi i casi il lavoro del supervisore si basa sulla analisi di una ampia sintesi di ciascuna delle sedute effettuate, compilata a cura del supervisionando e inclusiva di un proprio commento. La parte teorica di queste tesi,come per le tesi in supervisione diretta, viene elaborata dal candidato ed inviata per le osservazioni e correzioni al relatore.

loading